nat gentile    
BENVENUTO
 


Foto e immagini
Dërgoni të fala me një kartolinë nga Shën Murtiri
cartoline di vari temi
IL MIO FOTOALBUM
Immagini varie

Top - Siti web
Steve Hamaoui (IT)
cascina linterno (IT)
Speleo sub (IT)
Antheadanze (IT)
legatoria (IT)
shadow (IT)

Archivio bridge
_____________________
Legatoria Jollylegart

Relazione di un restauro

 
il mio blog


BUONE FESTE A TUTTI

Jemi qiri të dhezur nën motit të shkon, të dobët, nën diellit, ajrit o shiut. Për pak o shumë, jemi dhe bëmi dritë. Sa bukurì ka dheu kur shkëlqen!

Articoli contenuti nel sito
contro la mafia
Inserito il 03 febbraio 2007 alle 01:55:44 da nat.

lettera da Reggio C.


E’ la prima manifestazione auto-convocata che organizziamo a Reggio Calabria, la prima completamente auto-finanziata, anche se non nascondo che vorremmo fare appello a tutti i calabresi, commercianti, imprenditori, mamme e papà, perché ci aiutino anche economicamente nell’organizzazione della manifestazione, vorremmo infatti chiedere una sorta di ‘pizzo legalizzato’, ovvero un contributo economico con tanto di certificato di acquisizione da parte loro di una ‘azione antimafia’ dal nostro virtuale pacchetto azionario.
Manifesteremo perché sappiamo che le persone oneste sono di più, i calabresi, gli italiani…NOI SIAMO DI PIU’, e siamo quelli che hanno l’obbligo morale di reagire. Perché sono le nostre vite ad essere messe in gioco, per il nostro presente ed il futuro che affronteremo. La scelta sta a noi
Vedete, è facile dire ‘no alla mafia’. Il difficile è scegliere davvero da che parte stare, rinunciare a quella vita facile che ‘lorsignori’ vendono al prezzo della dignità, sporcarsi le mani per la collettività senza avere nulla in cambio se non la consapevolezza di essere dalla parte del giusto.
Noi abbiamo già deciso quale sarà la nostra strada e la stiamo portando avanti caparbiamente non solo in Calabria, ma in tutto il Paese. Perché è da stupidi pensare che il problema sia solo di noi calabresi. Purtroppo, se qui viviamo a stretto contatto con la violenza della ‘ndrangheta, piangendo morti su morti e ricercando senza tregua la giustizia, nel resto d’Italia la malavita ha già messo le radici nei Palazzi ed ovunque girino i soldi, corrompendo, taglieggiando e minacciando gli imprenditori così come avviene dalle nostre parti, solo che se succede a Locri, è scontato, se accade in provincia di Milano inizia a diventare assurdo quanto inquietante. Le mafie non sono un problema solo del Sud, ma sono il cancro dell’Italia intera e, finchè si continuerà a fare
il loro gioco ignorando e girandosi dall’altra parte, non potremo mai estirpare questa malattia.
Per questo il nostro appello non vuole fermarsi solo ai calabresi, ma vuole essere un richiamo per TUTTI gli italiani onesti, perché c’è sempre, in ogni regione, qualcosa che prende il nome di ‘mafiosità di comportamento’. E’ il pensare di poter essere diversi rispetto agli altri, il pretendere di poter comprare e vendere dei diritti, il curarsi esclusivamente del proprio bene anche a scapito degli altri. Ed è questo che dobbiamo combattere ‘in primis’, perché è di questo che si alimentano le mafie. Abbiamo avuto grandi esempi non solo in Calabria, persone che sono morte per vivere nella legalità compiendo con coscienza il proprio dovere. Tanti, troppi nomi dimenticati. E continuiamo ad aggiungere volti e nomi alla lunga lista dei giovani morti ammazzati o scomparsi. Abbiamo il bellissimo esempio di Liliana Carbone, mamma simbolo della Locride, che con forza chiede
giustizia per suo figlio Massimiliano, ucciso da mano mafiosa il 24 settembre del 2004. Ma non è la sola, c’è la moglie di Renato Vettrice, scomparso sempre nella Locride da quasi due anni, c’è il coraggioso esempio della mamma e del fratello di Francesco Aloi, scomparso in provincia di Vibo, morto a dire degli organi competenti, ma senza che se ne sia stato trovato il movente. Casi di ‘lupara bianca’ come quello di Valentino. Casi che devono spingerci ad unire le nostre voci a quelle disperate di queste donne che chiedono semplicemente che la giustizia e la verità non siano solo termini sul vocabolario.Voci che non possono rimanere inascoltate e che devono spingerci a lottare, a gridare, a voler esprimere, concretamente, il nostro NO ALLE MAFIE. Perchè tutto questo non è normale. Non dobbiamo permettere che lo sia o lo diventi. Il 17 febbraio noi scenderemo per le strade di Reggio, saremo ragazzi, ma vorremmo che con noi ci fossero sia quella società civile che si dice indignata davanti a tutto questo, sia le Istituzioni che promettono di impegnarsi contro le mafie, ma in pratica, il più delle volte, ci accompagnano solo ai funerali dei nostri morti.
Vorremmo che ci fossero tutti quei giovani che ci hanno incoraggiati da tutta Italia, quelli che si sono arrabbiati con noi dopo l’omicidio Fortugno, quelli che credono che sia un diritto ed un dovere cambiare questa terra e questa mentalità, quelli che sentono nel cuore, davvero, di voler NEGARE IL CONSENSO ALLE MAFIE.


Cerca nel sio natgentile o sul web con Google ---------------- Un Programma gratis al giorno
Google
Web www.natgentile.it
Giveaway of the Day

 
Il segno del mese
Auguri ai nati sotto il segno
Venerdi` 26 Maggio 2017

Eventi
<
Maggio
>
L M M G V S D
01 02 03 04 05 06 07
08 09 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31 -- -- -- --

Questa settimana

Previsioni Meteo


___________________
OpenStreetMap
___________________

visiona la mappa


Inno meridionale

__________________

Log in
Login
Password
Memorizza i tuoi dati:

 
 © Nat Gentile 
Contattami
Realizzato con ASP-Nuke 2.0.4
Questa pagina è stata eseguita in 0,078125secondi.
Versione stampabile Versione stampabile