nat gentile    
nat gentile
 


Foto e immagini
Immagini varie

Top - Siti web
Bridge Olona (IT)
il bersagliere (IT)
parco delle cave (IT)
Steve Hamaoui (IT)
cascina linterno (IT)
Speleo sub (IT)
legatoria (IT)
shadow (IT)

Archivio bridge
_____________________
Legatoria Jollylegart

Relazione di un restauro

 
Racconti
Torna indietro Pagina Carattere: + - Pagina: Precedente | Successiva

Dialogo con il fiume Finita

San Martino di Finita: 22 AGOSTO 2001

Di Nat Gentile

Il Finita nasce tra i faggi della foresta di Stamato,e finisce la sua corsa nel Crati. Non molto tempo fà forniva energia a ben 5 mulini ed a due poi una Centrale elettrica con 2 canali irrigui che servivano ad irrigare i campi coltivati ad ortaggi e foraggio nei comuni di: S.Martino, S.Giacomo, Torano

Sono lungo il Finita per scattare delle foto del fiume. Arrivo nella zona attrezzata dei tavoli quella che una volta si chiamava "briglia e madëe". Mi siedo sulla riva con i piedi nell'acqua, fa caldo, il canto delle cicale copre quasi il rumore dell'acqua, ricordo le volte che risalivo e scendevo il fiume con i piedi nell'acqua a pesca di trote cercando con le mani sotto i sassi. Il canto delle cicale si attenua, aumenta il rumore delle acque! Mi guardo intorno, non sento più neanche gli uccellini, una farfalla su un cespuglio di rovi si ferma con le ali aperte, prendo la macchina fotografica, scatto una foto. Il silenzio è quasi assoluto, la mia mente corre indietro nel tempo, cerco di ricordare come erano questi luoghi, ricostruire, trovare nella memoria angoli noti. Il rumore dell'acqua ora non è più rumore, ma Suono! Canto! Parola! Osservando il suo dolce scorrere, sento una voce, ma non distinguo bene le parole, non vedo nessuno, poi la voce si fa chiara e mi dice:

- E' inutile che ti guardi intorno, lo sai bene che i sacconi di lupini non ci sono più.

- Chi ha parlato? Dove sei?

- Come chi ha parlato, anche tu non mi riconosci più?

- Ma dove sei? Chi sei?

- E' triste che non riconosci più la voce del fiume...... sono il Finita.

- (!?) Scusami, è vero, come faccio a riconoscerti, sei cambiato, ho fatto molta fatica

a ritrovare i luoghi della mia infanzia, anche se passavo le mie giornate con te.

- E' vero, sono cambiato, la mia acqua non serve quasi più. Sulle anse non ci sono più i lupini.

- Le tue acque non alimentano più i mulini, è vero, ormai dai l'acqua soltanto per i pochi orti rimasti.

La mia mente ora riesce ad andare verso quel tempo. Il Finita nasce tra i faggi della foresta di Stamato,e finisce la sua corsa nel Crati. Non molto tempo fà forniva energia a ben 5 mulini ed a due poi una Centrale elettrica con 2 canali irrigui che servivano ad irrigare i campi coltivati ad ortaggi e foraggio nei comuni di: S.Martino, S.Giacomo, Torano.Gli ortaggi erano mitici, tanto che si raccontava una storiella tipo:

- Binà, vai da Mastro Domenico e digli se ti può prestare la sega, ci serve per tagliare le melanzane.

E Bernardo, mandato dal padre (Mastro Osvaldo), va da Mastro Domenico che gli risponde:

- "Nì", la sega a Mastro Osvaldo posso prestargliela solo domani, oggi serve a me, perchè devo tagliare i pomodori.....................................

-Vedo che sei tornato il ragazzo di anni fa, ricordi le volte che andavi a trovare "zio Giovannino" alla Centrale di Don Achille e ti facevi leggere le sue poesie in lingua arbereshe?

- Sì, zio Giovannino era veramente un poeta dialettale, ma era anche un artista, i suoi lavori in ferro battuto erano (sono rimasti) opere d'arte. Mi dava emozione vederlo modellare il ferro.

- Tu eri ragazzo, ma non solo i ragazzi come te passavano le loro giornate con me, ma anche le donne che venivano a lavare i panni.

- S', mi ricordo, anche i grandi venivano lungo il fiume, portavano la ginestra mettendola sotto la tua acqua per ammorbidire gli steli, si usava la corteccia per ricavare un filo grezzo adatto alla confezione di sacchi, così anche i rami di salice,e una volta ammorbiditi servivano per costruire panieri e cesti, altri venivano al mulino (oggi Ristorane Mulino Verde), per macinare il grano.

- Ricordi!! Con tutta questa attività, le mie acque rimanevano limpide e pure (potabili).

- Non crucciarti se oggi non servi quasi più a nesuno! Hai visto più sotto di qui c'è ancora qualcuno che coltiva melanzane, ti assicuro grosse come cocomeri.

- Non farmi ridere, oggi nessuno ha più rispetto di me, non sa chi sono, come sono, dove vado. Dimmi, qual'è il mio futuro?..................................

Ma cosa succede? Con chi stavo parlando? Possibile che parlavo col Finita? E la domanda che "fine farò", chi l'ha pronunciata? E' possibile dare una risposta? Sono angosciato, perchè io non so darla. Mi butto un po' d'acqua sulla faccia e sulla testa. Sono tutto bagnato.

- Sei un bel Fiume!! Io ho fiducia.... , ritornerai ad essere il Fiume Finita.... un giorno..... forse.


Pagina: Precedente | Successiva

 
Il segno del mese
Auguri ai nati sotto il segno
Lunedi` 10 Dicembre 2018

Eventi
<
Dicembre
>
L M M G V S D
-- -- -- -- -- 01 02
03 04 05 06 07 08 09
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31 -- -- -- -- -- --

Questa settimana

Previsioni Meteo


___________________
La mappa Libera


Inno meridionale

__________________

Log in
Login
Password
Memorizza i tuoi dati:

 
  Nat Gentile 
Contattami
Realizzato con ASP-Nuke 2.0.4
Questa pagina stata eseguita in 0,015625secondi.
Versione stampabile Versione stampabile